La nostra storia

La storia di Lucart è un percorso che parte da lontano, si alimenta di passione e guarda al futuro.
Una storia familiare e imprenditoriale di successo che si fonda sulla tradizione, sull’esperienza e
sulla qualità, e che si apre all’innovazione. Ogni giorno di più.

1953

Cartiera Lucchese dei F.lli Pasquini
Tutto ha inizio con la fondazione della Cartiera Lucchese dei F.lli Pasquini a Villa Basilica in provincia di Lucca, rilevante polo produttivo cartario del territorio toscano. I fratelli Alessandro, Eliseo, Fernando, Raffaello e Tarcisio iniziano la produzione di carta paglia e carta per imballaggi che in seguito affineranno nello stabilimento situato all’interno delle cinquecentesche mura della città di Lucca. Le tecnologie dell’epoca potevano ancora adattarsi all’antico edificio che per secoli aveva rappresentato il più importante mulino della città.

1966

Prima macchina continua PM1
Nel 1966 le esigenze di crescita e di investimento portano i fratelli Pasquini a spostare la produzione dalla città alla piana di Lucca dove viene costruito lo stabilimento di Porcari, ancora oggi sede legale del Gruppo. Il nuovo stabilimento consente l’installazione della prima macchina continua (PM1), una macchina che segna il primo importante salto tecnologico dell’Azienda. L’impianto, dedicato alla produzione di bobine jumbo monolucide per imballaggi flessibili, permette di decuplicare la produttività e di ampliare l’offerta con carte di alta grammatura.

1976

Seconda macchina continua PM2
Nel 1976, la crescente richiesta mondiale di carte per imballaggi flessibili, convince la famiglia a investire ancora nel sito di Porcari con l’installazione di una seconda macchina continua (PM2). La linea resterà in produzione fino al 2018.

1983

Terza macchina continua PM3
A Porcari nel 1983 viene avviata la terza macchina continua (PM3) per la produzione di carte veline, la cui lavorazione continua ancora oggi con grande successo e interesse nel mercato italiano e all'estero. Con l’installazione di questo impianto Cartiera Lucchese diventa leader in Europa per la produzione di carte veline e carte per imballaggi flessibili.

1987

Avvio della produzione di carte tissue
È tempo di diversificare la produzione guardando al promettente settore delle carte per uso igienico e nel 1987 viene così avviata, sempre a Porcari, la quarta macchina continua (PM4). Il Gruppo entra così nel mercato delle carte “tissue”.

1988-1989

Nasce lo stabilimento di Diecimo e il brand Lucart
Il 1988 è un anno fondamentale nell’evoluzione dell’Azienda: grazie all’acquisto di un terreno di più di 240.000 m², il Gruppo può pensare in grande e progettare un sito completamente integrato dedicato al mercato delle carte tissue, dalla produzione della carta alla trasformazione in prodotto finito sia per il mercato Consumer sia per quello Away from Home, con una moderna cartotecnica. Nasce il brand Lucart.

1990-1991

Installazione di due nuove macchine continue
Il mercato delle carte tissue è in forte sviluppo e l’Azienda, nel nuovo sito di Diecimo, avvia quasi contemporaneamente altre due macchine continue, la PM5 e la PM6 alimentate da una nuova turbina in cogenerazione a gas metano, tecnologia già sperimentata con successo nello stabilimento di Porcari.

1993

Cartiera Lucchese France
Nel 1993 viene costituita Cartiera Lucchese France. Si tratta di una società commerciale che, oltre a gestire i clienti già acquisiti, ha il compito di preparare il terreno per produrre carta anche oltralpe.

1996

Impianto di disinchiostrazione maceri a Diecimo e PM7
Nel 1996 il Gruppo decide di differenziare l’offerta di carte tissue rispetto alla concorrenza e, sfruttando le tecnologie e le conoscenze acquisite con la lavorazione delle carte per imballaggi flessibili da maceri selezionati, inaugura una serie di impianti progettati appositamente per la disinchiostrazione dei maceri, la produzione di carta tissue riciclata di alta qualità e la depurazione delle acque reflue di processo. La nuova macchina continua PM7 è in grado di produrre 60.000 tonnellate di carta riciclata e rigenerata all’anno.

1997

Nasce EcoLucart
I nuovi impianti consentono al Gruppo di lanciare sul mercato italiano EcoLucart, una linea di prodotti assolutamente innovativa ed ecologica che utilizza come materia prima la carta riciclata e rigenerata e come involucro il Mater-Bi (materiale biodegradabile in amido di mais). Lucart è la prima azienda al mondo a sostituire l’imballo in plastica con uno in materiale rinnovabile completamente biodegradabile sviluppato da Novamont.

1998

Il consolidamento in Europa
Il 1998 segna un momento importante per il Gruppo a livello europeo: è l'anno in cui si costituiscono Lucart Ibérica S.L.U.,  società commerciale per la gestione dei clienti iberici, e Lucart France sas, a cui segue la realizzazione dello stabilimento di Troyes in Francia, con la produzione e trasformazione di carte tissue in pura cellulosa vergine per il settore Consumer.

2006

La certificazione ambientale EMAS
Nel desiderio di impegnarsi nel valutare e migliorare la propria efficienza ambientale, lo stabilimento di Diecimo richiede ed ottiene la certificazione ambientale EMAS per la gestione delle prestazioni ambientali. Nello stesso anno viene lanciato Hygenius Toilet, il primo dispenser di carta igienica a taglio automatico.

2007

Lucart entra nel mercato Ho.Re.Ca.
Per completare l'offerta sul mercato, nel 2007 il Gruppo acquisisce Fato, il brand di riferimento per il mercato Ho.Re.Ca. italiano, e i due stabilimenti produttivi in provincia di Treviso e Venezia. Nello stabilimento di Torre di Mosto viene concentrata la produzione di tovaglie e tovaglioli, decorati, colorati e personalizzati in carta tissue, airlaid e monolucida.

2008

Nuova acquisizione in Francia
Il crescente interesse verso il mercato estero spinge il Gruppo ad acquisire nel 2008 un secondo stabilimento in Francia, a Laval sur Vologne - oggi Lucart sas - rilevando il ramo tissue di Novacare sas, azienda francese con una capacità produttiva di 46.000 t/anno di carta tissue. La produzione dello stabilimento si integra perfettamente con il modello di business del Gruppo, essendo dedicato alla produzione di carta tissue riciclata e rigenerata.

2009

Nasce Lucart Group
Nel 2009 il nome Cartiera Lucchese Group lascia il posto a Lucart Group, per identificare tutte le aziende facenti capo a Cartiera Lucchese spa.

2010

Fiberpack®: si parte!
Nel 2010 viene realizzato a Diecimo un nuovo impianto - unico in Italia - per la produzione di carta ecologica al 100% derivante dal recupero delle fibre di cellulosa presenti nei cartoni per bevande tipo Tetra Pak®. Alla materia prima ecologica che costituisce questi nuovi prodotti viene dato il nome di Fiberpack®. Con questo progetto, Lucart consolida il proprio impegno per la valorizzazione della sostenibilità ambientale e la salvaguardia dell'ambiente, attraverso una produzione innovativa ed esclusiva dal punto di vista tecnologico.

2011

Nuovi brand e certificazioni
Nel 2011, a seguito del grande successo in Italia dell'impianto che utilizza cartoni per bevande tipo Tetra Pak®, ne viene realizzato uno analogo anche in Francia, nello stabilimento di Laval sur Vologne. Nello stesso anno, il Gruppo ottiene la certificazione BS OHSAS 18001 relativa al sistema di gestione della sicurezza e della salute dei lavoratori. Sempre nel 2011 vengono lanciati i brand EcoNatural, per il mercato Away from Home, e Grazie Natural, destinato al mercato Consumer.

2012

Acquisizione di Georgia Pacific Italia
Il 2012 è un anno di svolta per il Gruppo: con l'acquisizione di Georgia Pacific Italia srl, Lucart diventa proprietaria degli stabilimenti italiani di Castelnuovo di Garfagnana (LU) e Avigliano (PZ), oltre che della sede amministrativa di Genova, e acquisisce i marchi Tenderly e Tutto in Italia e nel mondo.

2013

Fusione in Lucart Spa
Nel 2013 tutte le società italiane del Gruppo si fondono in un'unica società denominata Lucart Spa. Nello stesso anno avviene il rilancio dei brand Tenderly e Tutto.

2016

L'ingresso in Ungheria
Nel 2016, ormai proiettato verso i mercati esteri, il Gruppo acquisisce la società Bokk Paper Kft. a Esztergom in Ungheria, la principale azienda indipendente ungherese nel mercato Away from Home dei prodotti in carta per l'igiene, oggi diventata Lucart Kft. Dopo due anni di lavoro, a settembre 2018 sarà inaugurato il nuovo stabilimento Lucart a Nyergesújfalu.

2017

Il Centro Logistico di Altopascio
Nell’ambito di un piano di miglioramento ed efficientamento della logistica dell'intero Gruppo, Lucart acquisisce un’area di circa 24.000 m² di magazzini coperti a pochi passi dal casello autostradale di Altopascio. Nel sito nasce un avveniristico Centro Logistico dedicato ai prodotti per il mercato Away from Home e collegato al sito di Diecimo da un servizio continuo di navette ecologiche a LNG (Gas Naturale Liquido), dotate di sistema automatico di carico/scarico basato sulla tecnologia RFID.

2018 (febbraio)

L'investimento in Spagna
All'inizio del 2018 Lucart finalizza un investimento strategico nei Paesi Baschi, in Spagna, per rafforzare la propria posizione di mercato nella penisola iberica. Il Gruppo acquisisce tre stabilimenti del Gruppo spagnolo CEL Technologies & System nei pressi di Bilbao, dedicati alla produzione e alla trasformazione di carta tissue e alla produzione di saponi e detergenti per la persona, da utilizzare nel settore Away from Home.

2018 (novembre)

Avvio della macchina continua PM12
A fine 2018, all'interno dello stabilimento Lucart di Porcari, è stata avviata con successo la nuova linea di produzione di carta tissue. La linea PM12 ha sostituito la macchina numero 2 che, dal 1976, ha prodotto carte monolucide destinate al mercato degli imballaggi flessibili di tutto il mondo.

2019

Lancio imballo in carta

Nel 2019 Lucart compie l’ennesimo passo verso la sostenibilità realizzando per i prodotti delle linee Grazie Natural ed EcoNatural un packaging in carta riciclata e riciclabile.

Sei alla ricerca di informazioni?

contattaci